HomeAway utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie.
HomeAway utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito. Scopri di più o modifica le tue impostazioni. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie.
Verified Review icon check navigate-up navigate-left navigate-right expand mail svg-lightning svg-24hr svg-house svg-sleeps svg-bedrooms svg-bathrooms svg-stay svg-toilet calendar svg-report-flag pet-dog svg-multiunit Default Owner Icon heart-filled

Vacanze a Passo di Resia

Sul percorso della famosa strada romanica Via Claudia Augusta, si trova il comprensorio Passo Resia, da secoli un punto di fusione di cultura e di storia. In epoca preromana questo sentiero collegava la valle dell'Inn con l'alta Val Venosta fin quando non venne incorporato nella Via Claudia Augusta, inaugurata nel 50 d.C. Nel Medioevo e ancora all'inizio dell'Età Moderna, il passo faceva concorrenza ai valichi dei Grigioni. Fino al 1854 sui ponti fortificati dell'Inn a Finstermünz, a nord di Nauders, si trovavano i posti di dogana tra l'Austria e la Svizzera. Negli anni 1850-54 Carl Ritter von Ghega (già costruttore della ferrovia del Semmering, dalla Bassa Austria alla Stiria, tra Vienna e Graz) e Joseph Duile costruirono la nuova strada dal forte Nauders fino alla Kajetansbrücke. I progetti di una strada del Reschen non poterono esser portati a compimento. In questo passaggio alpino quindi l'ospitalità è sempre stato un valore fortemente praticato. Luogo di scambio e confronto, posizionato sulla triplice frontiera, ha modellato la sua identità storica dalla mescolanza di elementi culturali diversi, perfettamente amalgamati nella dura vita di montagna. Anche oggi una vacanza nel Passo di Resia è particolarmente amata da chi cerca un luogo denso di cultura e di lavori oltre che il fascino dell'alta montagna e la possibilità di praticare molti sport all'area aperta.

Luoghi da scoprire a Passo di Resia

Il Passo di Resia si inserisce in una delle regioni turistiche più moderne e ricche di varietà. Qui i caldi colori dei pascoli in fiore e degli alberi da frutta si mescolano spesso con il verde inteso dei boschi e con il freddo bianco dei ghiacciai, creando degli effetti cromatici difficilmente descrivibili con le parole. Per tutti gli amanti della storia è da non perdere la visita al monastero benedettino di Mariennberg, situato nel comune di Malles, che è il monastero più “alto” d'Europa essendo stato eretto a ben 1300 metri di altitudine. Sempre a Malles, che è uno dei quattro comuni italiani a confinare con due stati stranieri, si trova la splendida chiesa Benedettina con affreschi di epoca benedettina. Per gli amanti delle escursioni ci sono i numerosi sentieri di montagna che attraversano paesaggi assolati e innevati o i famosi sentieri d'acqua che spesso conducono a ruscelli pescosissimi o a piccoli laghetti naturali dove si specchiano gli alberi in fiore che rendono famosa questa valle in tutto il Trentino Alto Adige.

Infine presso il passo di Resia si trovavano tre laghi naturali: il lago di Resia, il lago di Curon, detto anche lago di Mezzo, e il lago di San Valentino alla Muta. Qui si trova un edificio veramente unico e di grande fascino: una chiesa e un campanile costruiti verso la metà del '300.

  • 2 Camere
  • 2 Bagni
  • WC
  • Posti letto 6
Varie unità Appartamento #45600
10
  • 1 Camere
  • 1 Bagni
  • Posti letto 4
Varie unità Appartamento #45600
19
Visto 5 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 - 2 di 2