Vacanze nei Parchi Naturali - Vacanze Naturalistiche nei Parchi Nazionali

Natura, sport e benessere: scegli di trascorrere le vacanze nei 24 parchi naturali italiani!


Dal Vesuvio al Gran Sasso, dalle Dolomiti al Gennargentu, dall’Arcipelago di La Maddalena al Gran Paradiso, l’Italia può vantare ben 24 parchi naturali, come indicano i dati nel del Ministero dell’Ambiente. Grazie a questa concentrazione, il Bel Paese si piazza al quarto posto in Europa per numero di parchi, dopo Norvegia (36 parchi), Finlandia (35 parchi) e Svezia (28 parchi). Con la definizione di “parco naturale” si intendono le aree terrestri, fluviali, lacuali e marine al cui interno è presente almeno un ecosistema intatto. Il parco deve inoltre possedere formazioni fisiche, geologiche, biologiche alle quali è riconosciuto  valore scientifico e naturalistico tale da richiedere il contributo statale per l’opportuna conservazione. Ciascuno dei 24 parchi nazionali italiani è contraddistinto da caratteristiche ambientali eccezionali che lo rendono una meta inesauribile e sempre affascinante per vacanze indimenticabili, all’insegna dell’immersione nella natura, dello sport e della vita all’aria aperta.


I principali Parchi Naturali Italiani



Per Distribuiti su tutto il territorio nazionale, i parchi naturali italiani sono maggiormente concentrati al centro, nella fascia compresa tra Umbria, Marche, Lazio orientale ed Abruzzo ed a sud, tra l’area meridionale della Campania, la Basilicata e la Calabria. Non mancano i parchi nelle zone marine e costiere, tra cui il Parco dell'Arcipelago di La Maddalena, il Parco dell'Asinara entrambi in Sardegna, il Parco dell'Arcipelago Toscano, il Parco del Circeo, il Parco delle Cinque Terre, il Parco del Cilento e Vallo di Diano e il Parco del Gargano, la cui bellezza ed eccezionalità era già apprezzata in epoca romana.

Molti dei parchi italiani sono stati resi celebri dalla loro fauna. E’ il caso del più antico parco nazionale, il Parco del Gran Paradiso donato allo stato da Vittorio Emanuele III nel 1922, il cui simbolo è lo stambecco. Cervi, caprioli, camosci ed ancora stambecchi sono gli animali “principi” del Parco Nazionale dello Stelvio, gestito da tre comitati, ciascuno legato alle tre aree geografiche interessate dal parco: quelal lombarda, quella trentina e quella alto-atesina. In Abruzzo, il Parco del Gran Sasso e Monti della Laga offre l’ habitat naturale perfetto per il lupo, il camoscio d’Abruzzo, l’orso, l’aquila reale ed il biancone. Gli asini albini hanno dato il nome al Parco dell’Asinara, in Sardegna: si tratta del parco, istituito nel 1997, sull’isola che nel 1885 venne demanializzata per realizzare una colonia penale agricola ed un lazzareto.

Ancora tutti da conoscere anche perché di più recente formazione sono:


Il parco naturale dell'Appennino Tosco-Emiliano;

Il parco naturale della Sila, in Calabria, nel quale si alternano foreste e paesaggio agricolo;

Il parco naturale dell’Alta Murgia, in Puglia che rappresenta una delle più importanti aree steppiche d'Italia

Il parco naturale dell’ Appennino Lucano-Val d'Agri-Lagonegrese, in Basilicata, nel quale, tra le due vette del Volturino e del Pierfaone, è racchiusa la suggestiva valle del fiume Agri.

Seguici su

Facebook Italia Twitter Italia Pinterest Italia Google+ Italia

Scegli una destinazione:


italy
Francia Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Liguria Emilia Romagna Svizzera Trentino Alto Adige Austria Veneto Friuli Venezia Giulia Slovenia Slovenia Croatia Toscana Marche Umbria Lazio Sardegna Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia Europa Stati Uniti Mondo