Sellaronda Ski: guida vacanze sulla neve

 

Sellaronda Ski: il paradiso per gli amanti degli sci

Sellaronda Ski

Un’intera giornata trascorsa sulla neve senza mai togliersi gli sci e scendendo per una pista diversa dopo l’altra, per gli appassionati dello sci non è più solo un sogno. La celebre Sellaronda è lo skitour più emozionate delle Alpi e uno dei più spettacolari al mondo. 40 chilometri di percorso panoramico, 26 chilometri di discese immerse nella natura e tanto divertimento, per un’esperienza che porterete sempre con voi. Il percorso intorno al massiccio del Sella, conosciuto come giro dei quattro passi (ovvero Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo), attraversa le valli ladine di Fassa (Trentino), Gardena (Alto Adige), Badia in Alto Adige ed Arabba nelle Domiti Bellunesi(Veneto). Un tour con gli sci di tre regioni da scoprire attraverso paesaggi suggestivi e lo sport invernale più popolare. Nella meravigliosa cornice delle Dolomiti innevate, la Selleronda vi propone una selezione concentrata delle migliori piste da sci delle Alpi percorribili sia a livello medio che avanzato e collegate tra loro da moderni impianti di risalita. Iniziare il circuito della Sellaronda è facile, basta raggiungere uno qualsiasi dei quattro passi attorno al massiccio del Sella ad esso collegati. Attrezzatevi dunque di sci e prendete parte a questa spettacolare avventura sopra i 2000 metri di quota, un tour sciistico unico nel suo genere, in uno scenario di picchi rocciosi delle dolomiti, boschi e distese innevate.

 

   

Sellaronda Ski: guida Guida Sellaronda Ski

Non ci sono orari mandatori per percorrere la Sellaronda, ma è consigliabile iniziare la mattina entro le 10.00, in modo da raggiungere l’ultimo passo non più tardi delle 15.30, potendo così rientrare al punto di partenza prima che faccia buio. Approcciando il tour dalla Val di Fassa, le porte di accesso sono Canazei-Belvedere e Campitello-Col Rodella. Da qui il giro può essere intrapreso in entrambe le direzioni di marcia, cautamente segnalate da colori diversi: arancione per il senso orario e verde per quello antiorario. Le discese possono essere percorse complessivamente in circa un’ora e mezza, mentre la durata delle salite è di un paio d’ore, a cui aggiungere eventuali tempi di attesa presso gli impianti e doverose soste di ristoro presso i rifugi presenti lungo tutto il percorso. Tenendo conto di queste variabili, anche gli sciatori meno esperti saranno in grado di completare lo skitour entro sei ore.

 

   

Sellaronda ski: cosa fare dopo lo sci

La Sellaronda è la scusa perfetta per organizzare una splendida Settimana bianca sulle Dolomiti. Soggiornate in uno dei caratteristici paesini del Trentino così da poter raggiungere comodamente una delle tappe di inizio dello skitour. Compiuta questa meravigliosa impresa potete concedervi un giorno di pausa dallo sci, dedicandovi alla scoperta delle meraviglie culturali di queste valli, tra castelli, chiese e mercatini, il tutto sommerso dalla neve. Non c’è modo migliore per riacquistare le forze del regalarsi una giornata in uno dei famosi centri termali del Trentino-Alto Adige. Qui potete viziarvi con qualche massaggio e un bagno tonico nelle acque termali ricche di proprietà rigeneranti. Non dimenticate infine di assaggiare la cucina del posto, un mix di profumi e sapori perfetti per scaldarsi lo stomaco in una giornata invernale e ritrovare le energie per affrontare una nuova avventura sulla neve.

 

Seguici su

Facebook Italia Twitter Italia Pinterest Italia Google+ Italia

Scegli una destinazione:


italy
Francia Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Liguria Emilia Romagna Svizzera Trentino Alto Adige Austria Veneto Friuli Venezia Giulia Slovenia Slovenia Croatia Toscana Marche Umbria Lazio Sardegna Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia Europa Stati Uniti Mondo
Guadagna con la tua seconda casa.Affittala ai turisti! Scopri come »
Già iscritto? Accedi qui