Lanzarote: sulle orme di Cesar Manrique

Esistono due Lanzarote, quella prima e quella dopo César Manrique: scopri il perché con Elisa e Luca di #TBnet

Cesar Manrique e Lanzarote:  La presenza di questo eclettico artista sull'isola è costante. La si ritrova nelle vie dei paesi, nelle rotonde, negli spazi artistici. È a lui che si deve il recupero dell'isola ed è lui che si è dato da fare per preservarla dallo sviluppo turistico di massa facendo prendere coscienza ai suoi abitanti di ciò che esso poteva significare. Il suo stile architettonico si basa sulla salvaguardia della natura, ottenuta attraverso la costruzione in perfetta armonia con l'ambiente circostante, sia in fase di progettazione che di realizzazione.

giochi-vento-rotonde

Manrique credeva nel miracolo della "unità armonica" e con le sue opere sparse per l'isola ha dimostrato che l'uomo e la natura possono convivere. Per capire César Manrique, la sua opera e conoscerne la sua storia sono imprescindibili due visite: una alla Casa Museo ad Harìa e l'altra a Taro di Tahiche. La prima permette di visitare le stanze e il laboratorio dove l'artista creava le sue opere. E' una visita intima e famigliare attraverso i suoi oggetti di uso quotidiano. La casa è in puro stile canario coi caratteristici balconi in legno, il patio e il palmeto. 

 

Taro di Tahiche, invece, si innalza nel campo di lava appena fuori la città ed ospita la Fundacion Cesar Manrique, una galleria d'arte con opere di Manrique ed altri importanti artisti del calibro di Picasso e Mirò.  Ora lasciatevi prendere per mano e andiamo insieme alla scoperta di Lanzarote sulle orme di César Manrique attraverso un tour fra le principali opere che il maestro ha lasciato sull'isola. Oltre a quelle che seguono la presenza dell'artista è riconoscibile anche nei giochi del vento nelle numerose rotonde.

  • Jameos de Agua

Datate 1968 sono una serie di grotte scavate dalla lava fusa in cui si infiltra l'oceano creando uno spettacolare lago azzurro. Manrique ebbe l'idea di costruirvi accanto un ristorante, una sala da concerti per seicento persone e un centro didattico sui vulcani. Los Jameos sono molto famosi anche perché il lago è abitato da una specie di granchi albini unici al mondo. Il sabato sera è possibile assistere ad un concerto di musica canaria.Si trovano nell'estremità nord dell'isola, vicino alle località di Orzola e Arrieta

  • Ristorante il Diablo

E è stato costruito all'interno del parco Nazionale di Timanfaya, creato dall'eruzione del vulcano nel lontano 1730. Manrique progettò il punto panoramico su un rilievo chiamato Islote de Hilario dove i gestori del parco eseguono più volte al giorno esperimenti per il pubblico. Mangiare nel ristorante rappresenta un'esperienza unica perchè permette di poter veder cucinare la carne ordinata sul barbecue "a pozzo" alimentato dal calore del vulcano.

  • Jardin de Cactus

Un vero e proprio parco di cactus creato da Manrique a forma di anfiteatro. Situato nel piccolo paese di Guatiza ospita cactus provenienti da ogni parte del mondo su una superficie di cinquemila metri.

 

  • Monumento al Campesino:

 

Puente de las Artes o de los Candados

È una struttura bianca realizzata nel 1968 per rendere omaggio al lavoro dei contadini dell'isola. Prima dell'avvento del turismo Lanzarote era un'isola molto povera e l'occupazione principale era appunto quella del lavoro nei campi. Il monumento non è visitabile mentre lo è invece il vicino museo ad ingresso gratuito. Da non perdere il ristorante del museo che serve cucina canaria di ottima qualità.

 

  • Mirador del Rio

Una vecchia postazione militare risalente al diciannovesimo secolo è stata trasformata in un interessante punto panoramico che spazia fino all'isola la Graciosa, annoverata fra le Canarie minori. Composto da un bar e da un negozio di souvenir vi consigliamo di venirci di prima mattina quando ancora non è preso d'assalto dai turisti per godervi la vista in pace. A completare il percorso vi consigliamo una visita al Castillo de San Josè ad Arrecife dove potrete trovare alcune opere giovanili di Cèsar Manrique. Buona Lanzarote a tutti voi.

 
 

 

Elisa e Luca  

Elisa e Luca, travel writers e social media specialist, amiamo raccontare per immagini e parole i viaggi fatti in giro per il mondo sul nostro blog www.miprendoemiportovia.it nato nel Gennaio del 2011. Quando viaggiamo ci piace scovare posti insoliti fuori dalle solite mete. Beer & wine lovers da poco diventati mamma e papà del piccolo Manina che portiamo ovunque con noi senza usare il passeggino ma grazie alla fascia porta bebè.Elisa e Luca sono blogger per #TBnet ed esperti in viaggi Homeaway

 

Case Vacanze e Appartamenti Lanzarote

Prenota adesso!
3  Notte/i soggiorno minimo
1 Camera/e da letto, 1 Bagno/i, Posti letto 3

#2495882

(0)
Prenota adesso!
4 - 5  Notte/i soggiorno minimo
5 Camera/e da letto, 3 Bagno/i, Posti letto 10

#6470279

(1)
7  Notte/i soggiorno minimo
3 Camera/e da letto, 2 Bagno/i, Posti letto 6

#808842

(5)
Prenota adesso!
7  Notte/i soggiorno minimo
4 Camera/e da letto, 4 Bagno/i, Posti letto 8

#1980927

(0)
7  Notte/i soggiorno minimo
5 Camera/e da letto, 1 Bagno/i, Posti letto 2

#6024928

(0)