in bus a Malta: corso di sopravvivenza

 

autobus di MaltaNelle mie due settimane di soggiorno a Malta ho imparato una cosa: i bus maltesi sono allo stesso tempo i tuoi migliori amici e i tuoi migliori nemici. A Malta non esiste metropolitana, niente treno e tutti i maltesi hanno una macchina. La loro guida è piuttosto sprint, guidano a sinistra e non a destra come in Italia e dire che hanno una guida sportiva, è fargli un complimento. L'autobus è quindi l'unico mezzo di trasporto per i turisti e per i locali che vogliono spostarsi senza auto o che non hanno disponibilità di mezzi propri. L'autobus è necessario alla sopravvivenza, ma nello stesso tempo è anche un mezzo di cui avere un po' di timore, non solo nel momento in cui si è passeggeri, ma ancora di più quando si è dei pedoni. Non dimenticate infatti la guida a sinistra, che impone a chi attraversa la strada di guardare prima a destra e poi a sinistra. Un aspetto fondamentale per chi viene dall'Italia.

Bus storici a Malta

I bus storici a Malta non esistono più dal 2011. Ma non temete, potrete sicuramente vederne girare qualcuno per le strade di Valletta o per St. Julian, dato che questi bus oggi sono usati da privati che offrono tour e itinerari turistici ai vacanzieri. Gli itinerari dei classici bus, sono infatti oggi itinerari super commerciali, e cari, che potreste in autonomia e senza spendere troppo con un semplice bus di linea e qualche minuto di camminata in più. Il mio consiglio è quello di fermarvi a fotografarli quando li vedete, questo sì, ma di non prenderli per visitare Malta.

Dove arrivano i bus a Malta?

La rete stradale dei bus arriva ovunque. Si parte dal banale Malta International Airport - Valletta e Sliema ad esempio, fino ai più difficili Valletta - Gozo e Valletta - Hagar Qim, i tempi megalitici che si trovano nella parte sud ovest del Paese. Non c'è angolo che non può essere raggiunto dagli autobus e non c'è persona a Malta che non possa darti un'indicazione precisa su quale linea preferire per raggiungere un sito piuttosto che un altro.

Costi, orari e precisione degli ultimi anni

Negli ultimi anni la gestione della rete è passata di società in società. Negli ultimi anni un biglietto era arrivato a costare una follia, circa 2,60€ a corsa. Nel 2014 invece, quando sono andata io, il prezzo era calato fino all'euro e mezzo per tratta. Una notevole differenza. L'orario delle corse va dalle 5 alle 23, ma esistono anche autobus notturni per servire le zone più festaiole, come quella di St. Julians che vanno avanti quasi tutta la notte. Confrontandomi con altri ragazzi e leggendo le recensioni online, ho capito che i mezzi di trasporto non sono però sempre puntuali. Dal mio canto devo smentire questa informazione, dato che a me è sempre capitato che arrivassero super puntuali. Questione di fortuna forse?! Ultima notizia importante a mio avviso, è che gli autobus per e da l'aeroporto sono tutti contrassegnati dalla lettera X, così da non fare confusione. Inoltre è importante sapere che in qualche fermata molto battuta c'è sempre una persona pronta a dare informazioni, a farti il biglietto prima di salire e a consigliarti la linea più adatta per raggiungere la tua meta.

5 consigli per prendere i bus maltesi

  1. Evitate di stare sopra o davanti alla linea gialla. Gli autisti non gradiscono che voi stiate troppo vicini a loro, anche perché con una frenata un po' brusca, rischiereste di farvi male.
  2. I bus non hanno due entrate o una entrata e una uscita. Un unico ingresso consente al guidatore di visionare il vostro biglietto o il vostro abbonamento.
  3. Quando salite, prendete subito posto a sedere, a meno che non lo dobbiate cedere a donne incinta o anziani. Il perché? Sempre a causa della guida sportiva dei maltesi, a meno che voi non desideriate mettere a dura prova la vostra stabilità
  4. E' possibile fare i biglietti del bus anche a bordo del mezzo di trasporto.
  5. Non preoccupatevi di sedervi all'ultima fila del bus e di avere tante persone avanti a voi, magari anche in piedi lungo il corridoio. Durante le varie fermate riuscirete senza dubbio ad arrivare alla porta di uscita, anche perché i bus fanno fermate lunghe e chi guida butta sempre un occhio dietro per vedere quante persone devono ancora scendere.

Federica Piersimoni   Federica Piersimoni è una Travel Blogger dal 2008, anno in cui ha creato www.viaggi-lowcost.info.Oggi Federica è Social Media Consultant e fondatrice di TBnet, la prima rete di Travel Blogger professionisti in Italia oltre che esperta viaggi per Homeaway. Nel suo blog personale racconta tutto questo e anche qualche curiosità legata alla sua vita privata: federicapiersimoni.it .

 

Seguici su

Facebook Italia Twitter Italia Pinterest Italia Google+ Italia

Scegli una destinazione:


italy
Francia Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Liguria Emilia Romagna Svizzera Trentino Alto Adige Austria Veneto Friuli Venezia Giulia Slovenia Slovenia Croatia Toscana Marche Umbria Lazio Sardegna Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia Europa Stati Uniti Mondo
Guadagna con la tua seconda casa.Affittala ai turisti! Scopri come »
Già iscritto? Accedi qui