Consigli utili per affittare ai turisti la tua casa in città

La mia casa: consigli per chi affitta appartamenti in città

La mia casa: consigli per chi affitta appartamenti in cittàState pensando di affittare un appartamento di Vostra proprietà in città? Avete già da un tempo reso disponibile un immobile che ricade in un centro abitato? In entrambi i casi, in questa sezione sono disponibili consigli e indicazioni destinati a tutti Voi, proprietari di appartamenti in città, indipendentemente dalle dimensioni dell'abitazione e dalla sua collocazione geografica. Infatti, sia che si tratti di un loft in una capitale, di un appartamento in una città densamente popolata così come nel caso di una casa in un centro storico, è stato possibile individuare suggerimenti utili e comuni a tutti, allo scopo di aiutarVi a rinnovare o rendere più accogliente la Vostra casa. Per cominciare è opportuno riflettere sul tipo di soggiorno che vorrestre offrire ai Vostri futuri ospiti. Tendenzialmente le città vengono scelte per vacanze di tipo "culturale/esplorativo": ciò che appassiona e motiva il viaggio in questi casi è l'offerta complessiva in termini di monumenti, musei, aree di interesse storico/artistico senza dimenticare lo shopping, la gastronomia e la vita notturna, con locali, teatri, concerti o eventi sportivi. Tuttavia, c'è anche chi cerca un affitto in città per ragioni di tipo professionale e per motivi di studio, preferendo un appartamento alla stanza d'albergo, specie quando la permanenza supera la settimana di durata, per le comodità disponibili e l'accogliente atmosfera. In che modo si possono mettere d'accordo esigenze tanto diverse, riuscendo a rendere il soggiorno indimenticabile?  Le risposte le trovate nelle proposte che seguono: buona lettura!

Suggerimenti utili per i proprietari di appartamenti in città

Appartamenti in città: punti di forza e punti deboli Appartamenti in città: punti di forza e punti deboli

La collocazione strategica della Vostra abitazione può essere considerata un punto di forza intrinseco della proprietà, al pari della qualità architettonica dell'immobile, della metratura, degli affacci panoramici, della presenza di arredi e finiture di alto livello, della vicinanza con linee metro, tramvie o con gli autobus. Tuttavia, anche nei casi in cui alcune tra queste peculiarità fossero assenti, ciascuno di Voi può intervenire per apportare migliorie sulla base del gusto personale e delle proprie disponibilità economiche. La pulizia, la sicurezza degli ospiti durante la permanenza, la funzionalità degli impianti, la cura dei dettagli sono i principali aspetti a cui dovrete sempre fare attenzione, fin dall'inizio della Vostra esperienza. Abbiate cura di presentare la proprietà sempre in ottimo stato, effettuando dei controlli regolari sulla caldaia, sui terminali dell'impanto di riscaldamento e di quello di condizionamento, oltre che su tutti gli elettrodomestici presenti nella cucina. Nel caso in cui viviate ad una distanza tale da non riuscire a supervisionare l'immobile prima di ogni affitto, individuate una persona di fiducia che possa farlo al postro Vostro e, in ogni caso, disponete in un luogo visibile (ad esempio all'ingresso) tutti i recapiti utili per il "pronto intervento". Non trascinate nel tempo le eventuali riparazioni: nel caso di perdite, infiltrazioni, distacchi di intonaco, arredi dall'aspetto compromesso o scadente sforzateVi di agire con tempestività. Si tratta infatti di un chiaro segno di interesse verso l'immobile, oltre che di un' attestazione di responsabilità nei confronti della scelta intrapresa, ovvero aprire le porte di casa Vostra ad altre persone.

 

Appartamenti in città: come valorizzare gli spazi interni Appartamenti in città: come valorizzare gli spazi interni

Fra le questioni più diffuse tra Voi proprietari di case vacanze in città ci sono la valorizzazione degli spazi interni e la loro organizzazione in modo razionale ed efficiente. Per prima cosa vale la pena ricordate cheproporzionare le disponibilità in termini di posti letto alle reali dimensioni della Vostra proprietà è sinomimo di stile e di vera accoglienza. Fermo restando che corredare il soggiorno di un divano letto è una pratica diffusa e accettata senza particolare riserve, il consiglio è evitare di sovrastimare le Vostre stanze: secondo le normative vigenti in Italia infatti, una camera da letto singola deve avere dimensioni pari o superiori a nove metri quadri, mentre per una stanza da letto matrimoniale la superficie sale o può superare i quattordici metri quadri; in entrambi i casi deve essere presente una finestra, opportunamente dimensionata. Come comprensibile, loft, monolocali e immobili con valenze di carattere storico-artistico o/e di pregio seguono speciali regolamenti, mentre tutti gli altri casi ricandenti nell'edilizia residenziale private è una buona regola tenere a mente le misure indicate. Un altro probleme ricorrente è legato ai servizi igienici che spesso, specie negli immobili realizzati nella prima metà del Novecento, possono essere di piccole dimensioni o ubicati, rispetto alla planimetria complessiva, in posizioni scomode. Nel caso in cui non possiate provvedere al loro restyling che spesso è l'unica soluzione valida, valutate l'opportunità di dotare le stanze da letto dei cosiddetti "vanity table", ovvero postazioni make-up, dotate di specchio, nelle quali potranno essere assolte alcune delle funzioni normalmente ospitate in bagno.


 
   
 

   

Appartamenti in città:  i 5 oggetti che non dovrebbero mai mancare Appartamenti in città: i 5 oggetti che non dovrebbero mai mancare

 

Appartamento classico, di gusto decò? Arredamento e finiture iper-contemporanee? Stile rustico e tradizionale? Monolocale monocromatico? Nell'elenco che segue sono disponibili 5 must have la cui presenza può contribuire a rendere confortevoli e ospitali le vostre abitazioni, qualsiasi siano l'interior design, le dimensioni e l'epoca di realizzazione dell'immobile.

  •  Qualcosa che descriva la città Una mappa creativa appesa alla parete dell'ingresso, materiali divulgativi sulle tappe irrinunciabili di ogni visita, una serie di immagini d'epoca: scegliete pure quello che preferite, ma non dimenticate di far parlare la Vostra casa della città in cui si trova!
  • Un appendiabiti Evitate ai Vostri ospiti di dover necessariamente lasciare sciarpe, cappotti, capppelli o ombrelli nella stanza da letto. La presenza discreta di un appendiabito conferisce subito un aspetto più accogliente a tutte le abitazioni.
  • Una scarpiera Come nel caso precedente, inserire in bagno, in camera da letto o in corridoio una scarpiera agevolerà la permenenza dei Vostri ospiti, specie nel caso in cui decidessero di restare per un periodo superiore alle due settimane.
  • Una cassapanca o pouf contenitore Ci sono mobili "astuti", in grado di risolvere, con un ingombro minimo, i piccoli fastidi ricorrenti, tra cui la necessità di riporre oggetti come cuscini o coperte o avere una seduta in più a disposizione: la cassapanco-pouf contenitore è uno di questi; economico e versatile adatto alla zona living così come alle stanze da letto.
  • Arredi per il bagno C'è forse qualcosa di più scomodo di un bagno privo di barre o ganci per appendere asciugamano o dei supporti per docce e vasca? Per evitare disagi di questa natura, non dimenticate di predisporre nei servizi igienici gli accessori più utili.

 

 

   
 

 
 

Seguici su

Facebook Italia Twitter Italia Pinterest Italia Google+ Italia